Dacia Maraini

Nel 2015 ho frequentato il corso di Fotogiornalismo presso il Musinf (Museo comunale d’arte moderna, dell’Informazione, della fotografia) di Senigallia, organizzato dal fotoreporter di guerra e maestro Giorgio Pegoli.

Ricordo ancora le prime raccomandazioni agli allievi del Direttore Prof. Carlo Emanuele Bugatti :

  1. tenersi informati in ogni modo per essere presenti negli eventi più importanti al fine di costruirsi una propria galleria di ritratti;
  2. documentare fotograficamente gli eventi avendo cura di lasciarsi incuriosire dai personaggi presenti, anche quelli che non si conoscono sul momento;
  3. vestirsi in modo “fotografico” in modo da incuriosire e rimanere noi stessi ritratti nelle foto degli altri.

La scrittrice Dacia Maraini è stata una dei primi personaggi ritratti da me a Senigallia. E’ una donna simpatica, che non si nega a nessuno e semplice nella sua conversazione. Come tutti i veri grandi personaggi.

Ve la propongo in tre foto del 4.5.2018, mentre nel complesso monumentale di Sant’Agostino a Mondolfo (PU), ci raccontava come sono nati i personaggi del suo libro “Le tre donne” . Altrettanto semplicemente ha poi voluto  visitare,  con l’autore Lorenzo Cicconi Massi, l’attore Mauro Pierfederici e tutto il pubblico presente, la mostra fotografica “Le donne volanti”, esposta in quelle sale fino al 20 maggio prossimo.

Oggi la scrittrice Dacia Maraini, cittadina onoraria di Senigallia ha ricevuto presso il Musinf l’abbraccio dei fotografi senigalliesi ed il dono del suo ritratto, eseguito dal pittore Antonio delle Rose.

Testo e Foto ©Delia Biele


Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.