Incontro con il maestro Guido Armeni

Metti una calda serata d’agosto, un casolare fra le colline marchigiane dove nasce la “Lacrima di Morro d’Alba”, ospitali padroni di casa che radunano una bella compagnia ed allietano la serata con musica d’autore.

Fra gli alberi da giardino e le vigne, la serata diventa speciale quando il maestro Guido Armeni, apprezzato e quotato pittore e scultore, dipinge sul momento uno dei suoi famosi alberi della vita.

Testo e foto © Delia Biele

La Biennale di Venezia

Lo scorso anno, più o meno in questi periodi di maggio, sono stata inviata dal Musinf di Senigallia con altri fotografi accreditati, alla Biennale di Venezia “Viva Arte Viva”.

A Venezia ho lavorato quasi quattro anni e ne conosco tanti segreti, ma è come con il primo amore, tutte le volte ti toglie il fiato.
Venezia richiede il suo tempo, fa presto a frullarti ed ingerirti assieme con i turisti, le gondole e i suoi gondolieri, i taxi, le ambulanze e i traghetti, il tutto condito con l’odore di sudore e di salsedine e, a tratti, anche un pò di fogna.
A Venezia ci sentiamo tutti artisti, alla Biennale poi la tentazione di lasciare il proprio segno è sempre soddisfatta dai laboratori che gli artisti (quelli veri) mettono a disposizione del pubblico.


Testo e Foto ©Delia Biele


Senigallia, città della fotografia incontra il fotografo Pietro Collini

Per la notte europea dei musei 2018, al Musinf si parla di etica del reportage con il medico milanese Pietro Collini, fotoreporter ufficiale della “Fondazione Leo Matiz” di Città del Messico.

Presente all’incontro Alejandra Matiz, figlia del fotografo Leo Matiz, accolta dal Sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi, dall’Assessore alla Cultura Simonetta Bucari e dal Direttore del Musinf Prof. Carlo Emanuele Bugatti.

Il Sindaco ha colto l’occasione per anticipare l’esito dell’approvazione della legge regionale che ha sancito in modo ufficiale”Senigallia, città della fotografia”.

Un grandissimo lavoro fatto, ma da qui in poi tanto altro ce ne sarà da fare.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Testo e foto ©Delia Biele