Perle

Quando ho dovuto lavorare al mio autoritratto, mi sono sentita in difficoltà.

Ho capito in quel momento che fotografarsi è un viaggio interiore. Lo è  fotografare in generale, ho potuto verificare infatti che non c’è una sola immagine di quelle che produciamo che non parli di noi e del nostro stato d’animo.

Dunque autoritrarsi può rivelarsi anche molto doloroso, ma è un’esperienza da fare assolutamente.

“Perle” è una selezione di cinque autoritratti che ho avuto la possibilità di eseguire negli ambienti del Museo di Storia della mezzadria, in omaggio alle origini contadine di mamma Sperantina e alle perle di saggezza che ogni madre consegna ai suoi figli ma anche in ricordo dei pomeriggi d’estate passati a giocare in campagna.

Ringrazio di cuore la Direzione del Museo di Storia della Mezzadria “Sergio Anselmi” di Senigallia.

Testo e foto ©Delia Biele


Lorenzo Cicconi Massi “La grande bellezza del made in Italy”

Frequentando il corso di Fotogiornalismo presso il Musinf di Senigallia, sono entrata in contatto con il regista e fotografo senigalliese Lorenzo Cicconi Massi dell’Agenzia CONTRASTO, considerato a ragione uno degli artisti marchigiani più talentuosi ed interessanti, formatosi alla scuola del grande Mario GIACOMELLI.

Il suo personalissimo racconto fotografico del rapporto fra luce e ombra, mi ha favorevolmente condizionato e condotto a cercare con forza una mia personale strada nel mondo fotografico. Strada tutta in salita per me, che percorro di buona lena, costantemente ispirata dal maestro Cicconi Massi.

In questo aprile del 2016, presso la Sala del Rettorato della Università Politecnica delle Marche di Ancona, ho documentato per il Musinf di Senigallia l’inaugurazione della mostra fotografica di Cicconi Massi “La grande bellezza del made in Italy”.

Cicconi Massi, nel presentare il suo lavoro ha spiegato con semplicità come è riuscito a “raccontare” fotograficamente i prodotti made in Italy, contemperando le esigenze commerciali delle aziende committenti e la sua visione artistica degli articoli da fotografare.

Ne è sortito un gran lavoro fatto di oggetti quotidiani che si animano in modo inaspettato davanti ogli occhi dell’osservatore.