“La primavera di Olga” in mostra a Sassoferrato


Anche quest’anno ho partecipato ai lavori del Lab di Cult 049 FIAF, con il tutoraggio ed il coordinamento della fotografa BFI Fiaf  Giancarla Lorenzini , sul tema “l’effimero e l’eterno”.

Partecipare al laboratorio FIAF è insieme esperienza faticosa e fortemente educativa in cui tutti dovrebbero cimentarsi almeno una volta.

Onorata e sempre grata per aver avuto la possibilità anche quest’anno di esporre la mia serie sul tema “La primavera di Olga”, nell’ambito del Festival della Fotografia Contemporanea di Sassoferrato (AN), insieme ai lavori dei miei compagni di Laboratorio e a quelli dei Laboratori di altre regioni.

Vi aspetto dal 22 giugno al 15 luglio, palazzo ex- Pretura, via Garibaldi Sassoferrato (AN)

Delia Biele


 

A Ostra una straordinaria domenica dedicata alla cultura con la mostra ”Sulle tracce del Poeta”

OSTRA – Pubblico delle grandi occasioni ieri sera alla prima della mostra organizzata dal Movimento Introvisione al Palazzo Comunale di Ostra; il sindaco, l’assessore alla Cultura e a corollario delle tante persone che sono intervenute alla mostra, la disponibilità degli artisti, scultori, pittori, fotografi, letterati presenti.

La mostra ha avuto poi i suoi epigoni al Teatro Vittoria con la proiezione del documentario realizzato dal film-maker Giordano Rotatori che  illustrava i due work-shop, il matrimonio sull’aia e la casa degli ulivi, con un tratto lieve, colorato dai paesaggi della nostra civiltà contadina, arricchito dalla complicità dei partecipanti e dalla bellezza delle inquadrature.

L’incontro  al Teatro Vittoria si è concluso con la performance degli attori Francesca Berardi e Filippo Mantoni che sono stati i protagonisti dei work-shop fotografici e che hanno portato in scena appunti di teatro di  William Shakespeare. L’idea portante è quella del progetto, ricostruire per costruire; ricostruire una realtà passata per rivivere una memoria antica data dalla testimonianza immutabile dei campi, della terra, della civiltà contadina, trasfusa , inoculata dalla poesia. Fotografare attraverso la riproposizione del matrimonio sull’aia l’essenza del rituale, all’evocazione del sentimento, nella ripresa delle antiche e primordiali origini. Come le pause cicliche dal cuore antico come la mensa contadina sull’aia dai profumi e dai sapori di una volta.

La poesia guidava i partecipanti e la fotografia trasfigurava così come le altre espressioni, così come la materia della terra trasfusa dalla pittura o il legno, il marmo lavorati dallo scultore. Momenti di grande intensità e commozione partecipati dal numeroso pubblico presente. La Mostra presso il Comune di Ostra è aperta negli orari d’ufficio fino al 27 gennaio e con l’occasione della chiusura ancora performance degli Attori e proiezione del video.

Nelle foto (di Delia Biele): Enzo Carli, Giorgio Cutini, Loriano Brunetti e Massimo Renzi, i testimoni del Manifesto Passaggio di Frontiera, premio nazionale Città di Fabriano 2013; Walter Bastari, Giorgio Mercuri e Giorgio Bianchi; la performance di Francesca Berardi e Filippo Mantoni; alcuni degli artisti che hanno proposto le loro opere nella mostra di Ostra

QUI SOTTO il filmato integrale del workshop